mercoledì 27 febbraio 2013

L’ABITO DELLO SPOSO: SCELTA ACCURATA E DI CLASSE.


Ebbene sì, a questo giro, stranamente parliamo dell’innominato, ovvero dello sposo! In particolare daremo delle dritte in merito a quella che è la scelta dell’abito, ovviamente anche questa dipende dalla sposa, perché il consorte dovrà indossare un vestito che si adatti a quello della sua signora, ma visto che secondo tradizione e superstizione “lo sposo non può vedere la sposa con l’abito prima del matrimonio” questo pover’uomo dovrà farsi consigliare da amici e parenti della sua futura moglie.
Adesso, però, siamo ad un bivio: cerimonia formale o informale? Avendo questa informazione non si può assolutamente sbagliare la scelta dell’abito!

1) CERIMONIA FORMALE
Nel caso in cui la signora avesse scelto un abito lungo si possono scegliere o un tight oppure un monopetto grigio molto elegante abbinato con gilet e cravatta in tinta.

La marsina invece si indossa solamente per la cerimonia che si svolge nel pomeriggio. Questa si compone di: giacca blu scuro o nera, con coda, gilet bianco in piquet, pantaloni con banda in raso, camicia con sparato inamidato, cravatta con nodo in piquet bianco, gemelli di madreperla, scarpe nere lisce con lacci, calze nere, cilindro, guanti di capretto bianco.

Come diciamo sempre il tessuto va scelto abbinato e in modo che non si stropicci, o meglio, che non sembri stropicciato. Il colore più adeguato per la camicia resta sempre e comunque il bianco; calzini lunghi neri e scarpa allacciata, ovviamente elegante.
 
2) CERIMONIA SEMPLICE
Nel caso in l’atmosfera sia informale si consiglia un completo a tre pezzi in tinta unita. Il tessuto, in questo caso, va scelto in virtù della stagione in cui si svolge il matrimonio. Per l’inverno si può scegliere una qualsiasi tipologia di lana e per l’estate potete fare una scelta tra misto lino e shantung.

L’aria si fa più rilassata e quindi le linee più morbide: giacche monopetto, niente tagli, linee classiche ed eleganti ma non austere.
I pantaloni di taglio classico, senza risvolto, cintura nera in vitello: il gilet, nello stesso tessuto, può essere monopetto o doppiopetto. La camicia ovviamente, con collo morbido, con polsini chiusi da gemelli.

Ricordatevi che la scelta deve essere fatta con un lavoro certosino, perché sarà il vostro giorno e dovrà essere tutto perfetto. Nessun errore o cadute di stile, niente pantaloni troppo corti o smoking da pinguino, niente calzini corti che fanno bambino dell’asilo e soprattutto cercate di assecondare i gusti della vostra amata.


Nessun commento:

Posta un commento