venerdì 23 novembre 2012

QUEL MAZZOLIN DI FIORI… UN BOUQUET PER OGNI SPOSA.


Che serva da antistress per tenere le mani in momenti di forte tensione prima di arrivare all’altare o che sia utile per concentrarsi su qualcosa di fisico senza farsi prendere da crisi isteriche, il bouquet è essenziale il giorno del matrimonio.

Deve abbinarsi al meglio con abito e tessuto, stile generale del matrimonio ed indubbiamente il gusto della sposa. Se l’abito fosse estremamente classico la scelta ottimale ricadrebbe su un bouquet dai toni molto chiari, meglio ancora se bianco.

Ovviamente è importante tener conto anche della stagione in cui ci si sposa, sia per la presenza o meno di determinati fiori, ma anche per far sì che il bouquet sia armonico anche con l’ambiente naturale esterno. In primavera sono molto belli i colori accesi che danno un senso di rinascita della natura; in estate sono splendidi i colori pastello, quindi un cipria, rosa antico e tutte le varie sfumature dei colori tenui, rispettando sempre un’armonia cromatica; in autunno sono belle le tonalità del giallo, dell’arancione e del rosse: rispecchiano molto la stagione; in inverno, per le spose più coraggiose consiglio un mix tra bianco e rosso: sia chiaro, non è un consiglio trash natalizio, ma il bianco molto freddo contrasta con un bel rosso passionale riequilibrando il tutto.

Come dico sempre l’essenziale è il gusto della sposa, si deve far guidare dalle sensazioni e da ciò che le piace di più, ricordando però che abbinare il bouquet all’abito (e relativo tessuto) e allo stile del matrimonio, dà indubbiamente un tocco più chic all’evento.


Nessun commento:

Posta un commento