giovedì 8 novembre 2012

CORTESIE PER GLI OSPITI: TRA CONFETTI E BOMBONIERE.

Amici, genitori, parenti, conoscenti, zie mai viste, tutti quanti il giorno del matrimonio o i giorni precedenti  (i ritardatari anche i successivi!), sono pronti ad inondarci di regali: da orribili set che non useremo mai ad oggetti assurdi ed inutilizzabili, alle pentole, ai frullatori, insomma, il solito mix da lista di nozze!
E’ usanza, però, dare agli invitati al matrimonio un piccolo ricordo della giornata speciale, che generalmente viene consegnato durante il rinfresco, ovvero la famigerata bomboniera.
Ce n’è per tutti i gusti: da quelle classiche, sobrie e generalmente in avorio; quelle decorate con una piccola “statuetta”; quelle che racchiudono i confetti in strati di tessuto di vario genere. Ma vi siete mai chiesti quale sia il significato? Se non lo avete mai fatto ve lo dico io!
La bomboniera ha un duplice significato: da un lato è un mezzo di ricordo, quindi per mantenere vivo nel tempo il ricordo della cerimonia; dall’altro ha una funzione un po’ più palese, ovvero, come dicevamo già prima serve per ringraziare i nostri ospiti della presenza e dei regali che abbiamo ricevuto.
All’interno della bomboniera generalmente viene inserito il classicissimo bigliettino con i nomi degli sposi e la data del matrimonio. Numero canonico dei confetti è il cinque, che non è proprio un numero a caso, anzi ha un suo significato. I cinque confetti stanno a simboleggiare:
salute, felicità, fertilità, longevità e ricchezza.
Quale augurio migliore dopo essersi scambiati le promesse? E voi che tipo di bomboniera sceglierete? Il gusto dei confetti? Sono molto molto curiosa! Fatemi sapere!

Nessun commento:

Posta un commento